Si fa sempre pi? tardi…

Ecco una cosa che pensavo oggi, nonostante mi sia sentito “stonato” e fuori fase tutto il giorno. Che ? questa: non gliene frega sicuramente a nessuno di quali e quante insignificanti cazzate vengono scritte qui, proprio qui. Ma ? una delle cose per le quali ci provo pi? gusto probabilmente. Lo faccio perch? mi ? sempre piaciuto scrivere, leggere, ascoltare (si … anche “direfarebaciare”), e lo faccio perch? cerco di mantenere un contatto con me stesso, proprio perch? alle volte sono proprio ecco “stonato”. Arrivare alla fine della giornata, o di un paio di giornate e tirare le somme davanti ad una tastiera non ? il massimo della vita, ma ? qualcosa 🙂

Ieri sera sono stato ad una specie di “Notte Bianca”, che per? era “solo” una festa di fine estate. Ci sono andato solo per scoprire che una ragazza che mi piaceva (un p? di tempo fa) si ? fidanzata… e vabb?… cose che capitano 🙂

Per fortuna che c’era

Paolo Hendel

ad allietare la serata ! Una serata di “bidoni” , una serata umida e con poche parole … ? passata per fortuna 🙂

Per il resto domani sono di nuovo in viaggio, spero di avere le energie e un p? di fortuna per incontrare Lul? (in bocca a l lupo!!) domani sera.

Mia mamma non sa nulla di domani…sta gi? abbastanza male senza che mi ci metta io a complicare la situazione. Mia zia continua a farmi sorridere con i suoi sogni e le sue speranze, non ci credo neanche un p? …ma non le levo niente, le lascio tutto, perch? ? poco quello che posso dare a lei e agli altri da qui. Mi si spezza il cuore ma non la schiena … io vado avanti !

Vedi com’? strana la vita … appena sei un p? sincero ti dicono che non ? abbastanza : c’? gente in giro che pur di arraffare qualcosa, prende tutto , bugie, verit?, cazzate e merda ! E allora smetto anche io … hai capito ? (so a chi mi riferisco e lo sai anche tu ! )

Vorrei andare a casa …. solo questo … solo questo…. solo questo ….

Ancora Ani Difranco nelle mie cuffie … grazie 🙂

Shroud – Ani Difranco – Reprieve (2006)

i had to leave the house of fashion
go forth naked from its doors
cuz women should be allies
not competitors
and i had to leave the house of god
cuz the cross replaced the wheel
and the goddesses were out in the garden
with the plants that nourish and heal

i had to leave the house of privilege
spend christmas homeless and feeling bad
to learn that privilege is a headache
that you don’t know that you don’t have
and i had to leave the house of television
to start noticing the clouds
it’s amazing the stuff you see
when you finally shed that shroud

i had to leave the house of conformity
in order to make art
i had to be more or less true
to learn to tell the two apart
and i had to leave the house of fear
just about as soon as i could crawl
ignore my face on the wanted posters
stuck to the post office wall

i had to leave the house of self-importance
to doodle my first tattoo
realize a tattoo is no more permanent
than i am, and who
ever said that life is suffering
i think they had their finger on the pulse of joy
ain’t the power of transcendence
the greatest one we can employ

HASTA

Share on ..Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *